Alloggi Hotel benessere Last Minute
Località Come arrivare Meteo
Musei Escursioni Aree sciistiche Manifestazioni
Riesenferner Ahrn - Vedrette Ries-Aurina

Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina

Il Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina, istituito nell'anno 1988, si estende su una superfice di 31.505 ha, risultando il secondo per estensione tra i parchi naturali provinciali.

Il nome gli deriva dal caratteristico profilo del Gruppo delle Vedrette di Ries. Di queste fa parte anche il Collalto che con i suoi 3436 m domina Riva di Tures.

Il Parco Naturale confina a nord con il parco Nazionale degli Alti Tauri. Queste due aree protette ricoprono, unitamente al Parco Naturale delle Alpi Aurine, una superfice complessiva di 2.457 km², rappresentando in questo modo l'unità protetta più estesa d'Europa.

Esse sono collegate da vie antichissime e attualmente da progetti comuni. Il Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina è caratterizzato da un paessagio d'alta montagna con erte cime e ghiacci eterni; habitat estremi per piante ed animali, ma anche per l'uomo.

Laghi alpini e cascate, rocce, come lo gneiss centrale della Finestra dei Tauri e la tonalite delle Vedrette di Ries, animali, come l'aquila reale e il falco pellegrino, piante, come il salice nano e la primula glutinosa si annoverano tra le particolaritá del parco.

Nelle valli più alte si possono percepire da vicino le forze dell'acqua e dei ghiacciai, che plasmano il paesaggio.

Centro visite Vedrette di Ries-Aurina

Il Centro visite Vedrette di Ries-Aurina nel municipio del Comune di Campo Tures rispecchia il motto stupire e capire: "I limiti della natura e i limiti del genere umano" sono straordinariamente inscenate in questa splendida struttura.

Nuove impressioni nutrono la curiosità. In modo giocoso capirete come nascono le montagne, come vivono piante ed animali, come l'uomo convive con la natura. Un'avventura sempre nuova per tutta la famiglia!

Prime inusuali impressioni si hanno nell'area di entrata grazie ad un filmato che ci presenta il parco da una prospettiva "a volo d'aquila".

Un plastico tridimensionale da informazioni su cime, percorsi, baite, laghi e cascate. Il pendolo del tempo ci fa rivivere la storia di formazione delle catene montuose, la cui costituzione viene illustrata da un puzzle litologico.

Orizzonti vegetazionali fino ad oltre 3000 metri, il ritirarsi dei ghiacciai, minerali, uccelli rapaci intagliati nel legno e di grandezza naturale, sobri licheni e il caratteristico dialetto della valle ci sorprendono, inducono ad osservare ed ammirare.

Sistemi informativi computerizzati danno informazioni su natura e paesaggio, così come sulla storia del territorio protetto. Per i più piccoli ci sono fiabe e leggende dei tempi passati.

Il visitatore nel centro vivrà lo spazio e il tempo, con tutte le particolaritá e limiti che si possono rinvenire nel parco.

Far comprendere, apprezzare e mantenere la natura ed il paesaggio, questo è l'obiettivo ed il fine dei parchi naturali dell'Alto Adige; i centri informativi sono finestre aperte su questi vasti territori, caratterizzati da paesaggi naturali e colturali ancora prevalentemente intatti; essi hanno il compito di preparare il visitatore all’esperienza parco.

Trasmettendo, con l'ausilio di strumenti interattivi informazioni scientifiche e sulla base delle esperienze personali, è possibile incentivare la comprensione e la presa di coscienza del visitatore.

Infoparco Casere, Predoi

In fondo alla Valle Aurina, in prossimità del parcheggio di Casere, sorge una struttura informativa del Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina, allestita in un edificio in legno.

Un'esposizione con immagini ed oggetti presenta l'artigianato artistico e l'agricoltura nell'alta Valle Aurina. Di fronte è esposta una presentazione dei parchi naturali in Alto Adige.

Un plastico tridimensionale consente al visitatore una panoramica in miniatura su tutta la Valle Aurina.

Nella sala proiezioni il visitatore può godersi un cortometraggio sul Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina.