Alloggi Hotel benessere Last Minute
Località Come arrivare Meteo
Musei Escursioni Aree sciistiche Manifestazioni
Oetzi

Museo Archeologico dell'Alto Adige

Il Museo Archeologico dell'Alto Adige è situato nel centro storico della città di Bolzano.

Gran parte dell'esposizione temporanea sinora in calendario, con alcuni adattamenti e proposte inedite, è diventata la mostra permanente "L'Uomo venuto dal ghiaccio", mentre un ulteriore settore ospiterà allestimenti temporanei annuali dedicati a svariate tematiche archeologiche, enfatizzando il ruolo di questa scienza in Alto Adige.

Il Museo Archeologico dell'Alto Adige intende continuare a sviluppare il potenziale legato al tema di Ötzi e dell'archeologia con un'offerta qualitativa adeguata, nell'ambito della disponibilità di spazio esistente.

Il nuovo progetto museale trova riscontro anche in un rinnovamento dell'immagine: d'ora innanzi, nell'ambito di un logo ombrello, con la ricostruzione di Ötzi in un blocco di ghiaccio, troveranno posto tanto la celebre mummia quanto gli altri ritrovamenti archeologici locali. Anche i canali d'informazione e la segnaletica del museo sono stati rielaborati e resi più comprensibili ai visitatori.

Ötzi, l'Uomo del Similaun

Il Museo Archeologico è la nuova dimora dell'Uomo venuto dal ghiaccio: Ötzi (l'Uomo del Similaun), la mummia di circa 5300 anni rinvenuta sul ghiacciaio del Similaun.

La mummia è conservata al primo piano. Nelle vetrine climatizzate vengono inoltre esposti gli accessori ritrovati assieme all'Uomo venuto dal ghiaccio.

ArcheoParc in Val Senales è un museo all'aperto ed al coperto interattivo con video su Ötzi, l'Uomo del Similaun. Sia dal museo che dall'area all'aperto è visibile il giogo di Tisa, il posto di ritrovamento dell'uomo venuto dal ghiaccio.

Heavy Metal

Mostra
Mostra

Mostra temporanea del Museo Archeologico dell'Alto Adige dal 2 febbraio 2016 al 14 gennaio 2018

Come il rame cambiò il mondo

La mostra temporanea Heavy Metal al Museo archeologico dell'Alto Adige ripercorre la storia del rame. Che conseguenze ebbe la sua scoperta per gli uomini dell'età della pietra e perché questo metallo di un rossastro lucido si nasconde fino a oggi in smartphone, monetine e cavi dell'elettricità?

L'uomo più noto dell'età del rame è Ötzi, l'Uomo venuto dal ghiaccio della Val Senales. Dal 1998 è esposto al Museo Archeologico dell'Alto Adige insieme alla sua attrezzatura. Con sé portava una preziosa ascia di rame, che lo distingueva come un'importante personalità.

La mostra illustra gli esordi della lavorazione del rame nel Medio Oriente e l'utilizzo di questo metallo da parte dei gruppi culturali dell'area alpina all'epoca di Ötzi, ca. 5.000 fa.

Informazioni

Museo Archeologico dell'Alto Adige
Via Museo 43
I-39100 Bolzano

Homepage Museo Archeologico dell'Alto Adige