Forte Asburgico di Fortezza

Forte Asburgico di Fortezza

Il Forte di Fortezza in Valle Isarco (Alto Adige) è una fortezza di massicci blocchi di granito, che domina la gola a Sud del lago artificiale è apparentemente inespugnabile, pur essendo innocua: la "Franzensfeste" (Fortezza di Francesco), costruita nel 1832 - 1838 a difesa contro l'invasione nemica da sud e così chiamata in onore dell'Imperatore Francesco I d'Austria, era la fortezza più forte dell'Europa dell'epoca.

Tuttavia, questa struttura difensiva non ha mai conosciuto le vere battaglie; presto superata sotto il profilo tecnico, continua ancor oggi a dare la sua impronta al paesaggio.

Ovunque si trovano massicci quadroni granitici, 454 scalini scolpiti nella roccia che collegano le varie zone, la zona abitativa e di combattimento, caverne nascoste e protette, nonchè una cappella neogotica consacrata a Dio, l'imperatore e la patria.

Forno per il pane
Forno per il pane

È costituita da 65.000 metri quadrati, costruita su tre livelli con la possibilità, in caso di emergenze, di ritiro verso l'alto. Un tunnel scavato nella roccia collega attraverso quasi 500 scalini la parte inferiore del forte a quella superiore.

Ovunque feritoie, 90 camere di combattimento ad imbuto con feritoie per i cannoni, camerate per i soldati, fontane, cucine, una spianata per esercitazioni, una cappella neogotica per la cura spirituale.

Cappella
Cappella

Dal 1882, con la firma del concordato tra Germania, Austria e Italia, la fortezza perse la sua importanza strategica. La sua destinazione fu cambiata e divenne utilizzata soltanto come magazzino per armi e munizioni.

Visite guidate nell'intero areale, manifestazioni culturali quali concerti ed esposizioni hanno riportato nuova vita tra le vecchie mura del Forte.

Oggi una mostra permanente articolata in sette grandi casematte illustra le affascinanti vicende di questa costruzione e dei suoi dintorni. La mostra permanente e la gran parte della fortezza possono essere visitate per proprio conto.

Al via la nuova stagione del Forte di Fortezza

Il 25 febbraio 2020 il Forte di Fortezza riapre i battenti dopo la pausa invernale. I protagonisti della nuova stagione saranno la storia movimentata del Forte, mostre d'arte e tante manifestazioni.

La fortezza asburgica ospita attualmente l'esposizione permanente, dal titolo "Cattedrale nel deserto", dedicata alla movimentata storia del Forte e ai suoi misteri, e la mostra dell'Infopoint del BBT sul progetto della galleria del Brennero.

Ogni anno si aggiungono mostre temporanee su diversi temi: Fino al 3 maggio 2020 si può visitare la mostra "Studiato a Innsbruck. Ricordi di studentesse e studenti altoatesini" con storie, oggetti e pensieri a ricordo degli anni di studio a Innsbruck, un omaggio all'Università di Innsbruck per il 350º anniversario della sua fondazione.

Il Forte inoltre segue il filo rosso dell'arte contemporanea con la nuova mostra d'arte "perspectives * ART spaces" - aprirà i battenti il 21 marzo 2020 - e in maggio con il Water Light Festival Brixen Bressanone: Quest'ultimo per la prima volta si terrà, oltre che a Bressanone e a Chiusa, anche al Forte ed immergerà il capolavoro dell'architettura bellica austriaca nelle luci dell'installazione degli artisti Kari Kola (Finlandia) e Vincenzo Marsiglia (Italia).

Un'ulteriore novità di quest'anno è rappresentata dallo shop del museo: Dal dicembre scorso qui si possono acquistare prodotti di aziende di design e artigianato locale.

Dal 25 febbraio a fine aprile 2020 il Forte di Fortezza è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 16 e da maggio a fine ottobre tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 18.

Info: 0472 057218, www.fortezza.info

Dolomiti
Le Dolomiti

Escursioni in luoghi magici e di una tale bellezza da lasciare senza fiato

Vai alla pagina
Tre Cime di Lavaredo
Tre Cime di Lavaredo

Il giro delle Tre Cime, un'escursione meravigliosa e facile

Vai alla pagina
DolceVita
Sentire il feeling della Dolce Vita

Prenotare 1 hotel e godersene 5

Vai al sito
Alta Via di Merano
Alta Via di Merano

Il sentiero 24 conduce lungo il Parco Naturale del Gruppo di Tessa

Vai alla pagina