Castello di Castelbello

Castello di Castelbello

Il Castello di Castelbello si erge maestosamente sulla possente rocca all'ingresso occidentale del paese di Castelbello in Alto Adige.

Il Castello di Castelbello, nominato per la prima volta nel 1238 ma forse ancora più antico, fu costruito dai signori von Montalban. Questa stirpe nobile molto potente fu sconfitta dai Conti di Tirolo dopo il 1200. Il Castello di Castelbello divenne di proprietà dei Principi di Tirolo. Dal 1300 ca. Castelbello fu sede giudiziaria.

Dopo numerosi cambi di proprietari, nel 1531 passò alla famiglia Hendl a titolo di pegno. Questi rinnovarono ed allargarono il castello nella forma attuale.

Nel 1813 e nel 1824 il castello fu distrutto da incendi. I conti Hendl ricostruirono una parte del castello come abitazione, questo predestinava il castello a diventare un rudere.

Nel 1956 il complesso, ormai ridotto a rovina, fu acquistato dallo Stato. Dopo decenni di battaglie legali tra il Conte Siegmund von Hendl e la Repubblica Italiana, fu concordata una somma di acquisto per il castello di 31.068 Lire (Euro 16,04). I lavori di restauro furono eseguiti dalla sovrintendenza per i beni culturali ed ambientali di Verona.

Da visitare la cappella del castello con i suoi affreschi degli inizi del XIV sec. e metà XVI sec. i quali sono stati completamente restaurati nel 2001. La cosiddetta "alte Kuchl" (vecchia cucina) nella parte sud, le sale restaurate nel palazzo e il cortile interno, nonchè la mostra permanente "Via Claudia Augusta", la strada principale romana che attraversa la Val Venosta.

Info
Castello di Castelbello
Vai al sito
Dolomiti
Le Dolomiti

Escursioni in luoghi magici e di una tale bellezza da lasciare senza fiato

Vai alla pagina
Tre Cime di Lavaredo
Tre Cime di Lavaredo

Il giro delle Tre Cime, un'escursione meravigliosa e facile

Vai alla pagina
Oberlechner
Hotel Oberlechner

Su un altipiano soleggiato con splendida vista sulla Val Pusteria

Vai al sito
Alta Via di Merano
Alta Via di Merano

Il sentiero 24 conduce lungo il Parco Naturale del Gruppo di Tessa

Vai alla pagina