Alloggi Hotel benessere Last Minute
Località Come arrivare Meteo
Musei Escursioni Aree sciistiche Manifestazioni
Rosengarten - Catinaccio

Il Catinaccio in Val d'Ega

Il Catinaccio fa parte del gruppo delle Dolomiti e si trova alla fine della Val d'Ega in Alto Adige. Dalla parte opposta c'è la Val di Fiemme in Trentino.

Si può effettuare una normale escursione intorno al Catinaccio partendo dal Rifugio A. Fronza alle Coronelle o dal Rifugio Paolina, entrambi raggiungibili con una seggiovia.

La Via Ferrata Masarè e la Via Ferrata Roda di Vaèl collegano il Rifugio Roda di Vaèl con il passo del Vajolon e la Via Ferrata Santner collega il rifugio A. Fronza alle Coronelle con il Rifugio Passo Santner.

Dalla malga Frommer (1743 m) si sale al Rifugio A. Fronza alle Coronelle (2337 m) che si trova alla base del Catinaccio con la seggiovia oppure lungo il sentiero numero 15 ed il numero 1 con una camminata della durata di 1 ora passando lungo i prati.

Sentiero Masarè numero 549

Il Sentiero Masarè costeggia quasi in piano la base del Catinaccio e collega il Rifugio A. Fronza alle Coronelle con il Rifugio Roda di Vaèl.

Una escursione da effettuarsi senza difficoltà ma abbastanza lunga della durata di ca. 2 ore.

Passo del Vajolon (2560 m)

Circa 40 minuti dopo aver lasciato il Rifugio A. Fronza alle Coronelle sul Sentiero Masarè, il sentiero 551 inizia a salire a sinistra verso il Passo del Vajolon e la Via ferrata Masarè (45 minuti).

Si sale lungo il ghiaione ai piedi del Catinaccio e poi si entra in una gola, il sentiero è abbastanza sassoso e bisogna fare attenzione ai segnali.

Poco prima di arrivare al Passo del Vajolon bisogna salire su una scala di ferro alta ca. 4-5 metri, sulla grande roccia a sinistra è stata fissata anche una corda per tenersi.

Poi si sale senza problemi fino al passo del Vajolon.

Passo del Vajolon
Sentiero in salita verso il Passo del Vajolon

Arrivati al Passo del Vajolon (2560 m) si può iniziare la Via Ferrata Roda di Vaèl per salire alla cima Roda di Vaèl (2806 m) e proseguire poi lungo la Via Ferrata Masarè.

Passo del Vajolon e Roda di Vael
Sentiero in discesa dal Passo del Vajolon e Roda di Vael

Oppure si scende sul sentiero dalla parte opposta per scendere verso il sentiero numero 541 che collega il Rifugio Roda di Vaèl con il passo delle Zigolade ed il Rifugio Vajolet.

Lungo il sentiero dalla parte opposta al passo si scende senza difficoltà facendo un lungo giro, poi il sentiero scende con molta pendenza attraverso una gola rocciosa e bisogna fare attenzione.

Alla fine della discesa si arriva ad un grande prato. Si è al Pael de Sot (2350 m) dove si trova l'incrocio con il sentiero 541 che conduce verso il passo delle Zigolade - Zigolade Pass (2579 m, 40 minuti), il Rifugio Vajolet (2243 m, 2 ore) ed il Rifugio Roda di Vael (0.30 ore).

Proseguendo dal Rifugio Roda di Vaèl si passa vicino al Monumento a Cristomannos e poi si scende piano piano verso il Rifugio Paolina passando ormai vicino ai prati ed ai pascoli.

Si passa in mezzo al bosco lungo il sentiero 552 e poi si sale verso il Sentiero Masarè per tornare al Rifugio A. Fronza alle Coronelle e quindi alla malga Frommer.