Alloggi Hotel benessere Last Minute
Località Come arrivare Meteo
Musei Escursioni Aree sciistiche Manifestazioni
Brixen - Bressanone

Da visitare a Bressanone

Porta del Sud. È così che uno scrittore ha chiamato la Valle Isarco nel suo diario di viaggio, quando, provenendo dal Nord, ha trovato a Varna i primi vigneti ed i primi boschi di castagni. La conca di Bressanone, protetta dai venti del nord, gode di un clima piacevole e temperato. È anche per questa ragione che, secoli fa, i principi vescovi di Bressanone e la nobiltà di corte vi hanno costruito belle dimore ed un castello.

NEI DINTORNI

Gli appassionati d'arte possono visitare la vicina Abbazia di Novacella e Bressanone, la bellissima città vescovile.

Museo Diocesano

Il Museo Diocesano, fondato nel 1901, si trova nel Palazzo Vescovile di Bressanone ed è diviso nelle seguenti sezioni: arte sacra del medioevo e di epoca moderna (35 sale), appartamento imperiale con quadri, mobili e porcellane (7 sale), appartamento vescovile con la storia del principato (10 sale), cancelleria ecclesiastica con la storia della diocesi (2 sale), cancelleria aulica con stemmi e sigilli (2 sale), il tesoro del Duomo, presepi e storia della redenzione (8 sale).

Duomo di Maria Assunta (Basilica Minor)

Cattedrale della metà del X secolo, prima costruzione in stile ottoniano. Ricostruita in stile romanico dopo l'incendio del 1174 con navate, cripta, tre absidi e due campanili sulla facciata. Riedificata in forma barocca dal 1745 al 1754. Torri campanarie del XII secolo. Abside gotica (1457). Affreschi di Paul Troger, altare maggiore di Theodor Benedetti. Pronao costruito da Jakob Pirchstaller nel 1785 in stile neoclassico.

Chiostro del Duomo

La pianta originale del Chiostro del Duomo risale al X secolo, rifacimento romanico della fine XII secolo, volte gotiche del XIV secolo. Famosi affreschi (XIV-XV secolo) e monumenti sepolcrali di vescovi e canonici. Luogo di preghiera e di sepoltura del clero del duomo. Celebre architettura romanica con volte a crociera del XIV secolo, che testimonia in un unico ambiente l'evoluzione dell'arte medievale. Monumento artistico di eccezionale importanza.

Prepositura del Duomo

La Prepositura del Duomo è un edificio risalente al XIII secolo e da allora abitato da canonici. Ristrutturato nella forma attuale nel 1781 e sede della Prepositura dal 1826. Ad est case medievali, anch'esse abitate sin dal XIII secolo da canonici.

Antico castello Vescovile ("Am Hof")

L'Antico castello Vescovile fu la residenza del vescovo fino al 1265, capitanato civico fino al 1663, sede dei vescovi ausiliari nel XVIII secolo. Dal 1803 pretura ed ufficio imposte. Ristrutturato più volte e sopraelevato nel XIX secolo. A sud basamento del mastio medievale.

Chiesa della Madonna (Antica cappella aulica)

La Chiesa della Madonna fu eretta intorno al 1210 dal vescovo Corrado di Rodengo ed ampliata nel XIV secolo. Collegiata di Nostra Signora in ambitu dal 1214 al 1808. Pale d'altare di M.T. Polacco. Arredi del XVII e XVIII secolo.

Palazzo Vescovile

Il Palazzo Vescovile è un castello che fu fortificato nella metà del 1200. Inizio della nuova costruzione nel 1595 sotto il Cardinale Andrea d'Austria su progetto del Principe Alberto Lucchese (Innsbruck), proseguita dal Principe Vescovo Cristoforo Andrea di Spaur (1605 - 1610) sulla variante di Bartolomeo Lucchese (Milano) e terminata da Kaspar Ignaz Conte Künigl (1707 - 1710). Rinomato cortile interno rinascimentale con terrecotte di Hans Reichle, raffiguranti l'albero genealogico della Casa d'Asburgo. Oggi è sede del Museo Diocesano.

Vecchio cimitero

Cimitero fino al 1792. Porticato del XVIII secolo. Monumento del Minnesänger Oswald von Wolkenstein (1408). Lastre tombali di canonici e nobili. Lanterna cimiteriale gotica in pietra del 1483. Monumento ai Caduti (1960).

Giardino di Corte

Il Giardino del Palazzo Vescovile, o Giardino di Corte, ricostruito in base ad un progetto risalente al 1831, è stato terminato nel 1991. Le quattro aiuole vengono coltivate a scopo decorativo con ortaggi ed erbe ornate ai bordi con fiori. La preziosa fontana in bronzo nel centro è stata restaurata.

Convento e chiesa dei Cappuccini

Chiesa di S. Caterina edificata nel 1340 da Federico di Villandro. Donata nel 1603 ai Cappuccini dal vescovo C.A. von Spaur. Nuova Chiesa e convento completati nel 1630. Pale di F. Unterberger e S. Kessler. Sede Provinciale dell'Ordine dei Cappuccini.

Convento delle Terziarie

Prima sede della congregazione fondata nel 1700 dalla mistica brissinese Maria Huber per l'educazione gratuita delle fanciulle povere. Ospitò la prima scuola femminile del Tirolo. Casa madre della Congregazione.

Porta San Michele e Torre Bianca

Porta San Michele, porta urbana orientale, fino al XVII secolo principale accesso alle strade della Pusteria e del Brennero. Facciata esterna con tipico "Erker" poligonale. Sulla facciata interna affreschi del XVI secolo. La Torre Bianca è un campanile dell'inizio del XIV secolo. Cella campanaria gotica (1459), cuspide ottagonale in muratura (1591), simbolo della città, alta 72 m.

Porta Sole o Porta Croce

La Porta Sole o Porta Croce è la porta urbana occidentale, sulla strada per Bolzano, denominata in origine di S. Erardo o di S. Gottardo. Arcata meridionale aperta nel 1912. Sul lato del giardino principe vescovile colombaia del 1570.

Chiesa dei Santi Gottardo ed Erardo

La Chiesa dei Santi Gottardo ed Erardo fu edificata nel XIII secolo dai Voitsperg accanto all'antica prepositura e ristrutturata nel XIV secolo. Ricostruita in forme barocche dal vescovo ausiliare Wilhelm von Vintler e consacrata nel 1695. Dal 1971 adibita al culto evangelico.

Educandato Femminile delle Dame Inglesi

Nel 1739 primo insediamento della Congregazione a Bressanone. Costruzione del convento (1742-1745) ad opera di Anna Jos. von Sarnthein. Chiesa di San Giuseppe consacrata nel 1748, ricostruita in stile neoclassico dopo l'incendio del 1839. L'istituto femminile è stato più volte allargato nel corso del XIX e XX secolo.

Museo della Farmacia di Bressanone

I particolari oggetti esposti nel Museo della Farmacia di Bressanone relativi alla produzione di medicinali - comprimitrici per compresse, stampi per supposte, sezionatori per pillole, ne fanno una vera miniera di storia della farmacia sia per gli esperti che per i non addetti ai lavori. Gli strumenti, i vasi, i farmaci e le confezioni in mostra provengono dall'uso quotidiano in farmacia e descrivono i progressi e le trasformazioni dell'arte farmaceutica sulla scorta di una raccolta originale, documentando in modo completo e quasi senza soluzione di continuità oltre quattrocento anni di storia della farmacia.

Abbazia di Novacella - Basilica - Chiostro - Biblioteca e Pinacoteca

Abbazia di Novacella a Varna presso Bressanone. Da visitare soprattutto la chiesa di stile tardo-barocco, il chiostro gotico, la pinacoteca, il pozzo dei miracoli e la biblioteca con il suo prezioso arredamento in stile rococò. Opere pittoriche medioevali su legno di maestri contemporanei (Friedrich Pacher, Reichlich, Haller ed altri).